Screening dell’ipotiroidismo in gravidanza

L’ipotiroidismo è una condizione che si associa a problemi clinici significativi nella donna che deve affrontare una gravidanza, dalla fase del concepimento a quella del post-partum.

  1. Vi è una ridotta fertilità nelle donne in cui l’ipotiroidismo non è corretto associata ad un aumento del tasso di abortività. E’ pertanto importante valutare la funzionalità tiroidea nelle donne che devono affrontare una gravidanza, in particolare in quelle con documentata patologia tiroidea già conosciuta. E’anche utile eseguire uno screening nelle donne in cui sia nota una famigliarità per tireopatia, specialmente autoimmune, ma anche nelle donne in cui sia stata fatta diagnosi di altra patologia autoimmune. Tale screening si dovrebbe basare sul dosaggio di TSH reflex e degli anticorpi antitiroidei. Utile un dosaggio di FT4 in occasione del primo screening della funzione tiroidea, per escludere la possibilità di un ipotiroidismo centrale.
  2. L’ipotiroidismo durante la gravidanza induce problemi sia nella donna che nel feto. La donna può incorrere in un parto prematuro o anche in un aborto nella prima parte della gravidanza, mentre nel terzo trimestre vi è un aumento del rischio di gestosi- preeclampsia. Nel feto vi è un rischio aumentato di natimortalità oppure di un modesto deficit intellettuale.
  3. Nel post-partum la disfunzione tiroidea può aggravarsi transitoriamente (sindrome della tiroidite post-partum) o in modo definitivo. In alcuni casi l’ipotiroidismo può virare verso un ipertiroidismo caratteristico della malattia di Graves.

Gravidanza e ipotiroidismo in terapia sostitutiva

La terapia sostitutiva con L-Tiroxina va instaurata o modificata durante le fasi della gravidanza per evitare l’ipotiroidismo secondo le seguenti indicazioni:

  1. Nelle pazienti che prima della gravidanza risultano positive allo screening con diagnosi di tiroidite autoimmune eutiroidea (TSH normale e positività degli anticorpi antiTPO) la terapia va comunque incominciata prima del concepimento, se possibile, per evitare che la paziente diventi ipotiroidea al momento dell’impianto dell’embrione. Si potrebbe iniziare con 25 ug di L-tiroxina fino al momento del concepimento e poi raddoppiare subito la dose a 50 ug, eseguendo un controllo di TSH e FT4 appena possibile entro la 8° settimana.
  2. Nelle pazienti ipotiroidee già in trattamento con L-tiroxina, la dose va aumentata al momento della diagnosi di gravidanza per prevenire l’ipotiroidismo soprattutto nelle prime settimane. In genere la dose sostitutiva in gravidanza viene aumentata subito del 25% e nel giro di 6-8 settimane fino al 50% della dose pre-gravidanza.
  3. Il monitoraggio della funzione tiroidea in gravidanza nelle donne ipotiroidee andrebbe eseguito ogni 6-8 settimane: è importante che venga sempre eseguito anche il dosaggio di FT4, oltre a quello del TSH, per monitorare il rischio di ipotiroxinemia.
  4. La dose di L-tiroxina verrà poi ridotta dopo il parto in genere ritornando alla dose pregravidanza, ma mantenendola più alto del 20-30% se la donna decide di instaurare l’allattamento materno. Alla 6-8° settimana dopo il parto utile eseguire dosaggio di TSH e FT4 per rimodulare la terapia ed escludere l’insorgenza della tiroidite del post-partum.

Il Dottor Mario Salvi, Specialista in Endocrinologia e in Medicina Nucleare tratta pazienti con malattie tiroidee (ipertiroidismo, ipotiroidismo e gozzo) e in particolare è specializzato nella diagnosi e terapia dell’oftalmopatia basedowiana o di Graves (esoftalmo).

Si occupa anche di Endocrinologia della donna, gestendo le malattie tiroidee durante la gravidanza, la sindrome dell’ovaio policistico e le patologie correlate alla menopausa, tra cui l’osteoporosi.

Lo Studio Medico Specialistico del Dottor Mario Salvi si trova a Bergamo in Via Frizzoni 23, vicino al centro cittadino, e uno studio a Milano in via Marco Polo 8, zona Repubblica.

Per prenotare una visita presso lo Studio Medico Specialistico puoi chiamare i numeri che trovi a fondo pagina oppure inviare un’email a mario@mariosalvinet.it